Decreto Legislativo 09.04.2008 n.81

“Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (G.U. n. 101 del 30 aprile 2008)” e s.m.i.

La normativa italiana sui luoghi di lavoro, D.Lgs. 81/2001, indica che qualsiasi spazio al quale accedono operatori per interventi di costruzione, pulizia e manutenzione e classifi cabile come luogo di lavoro; come tale tutti coloro che vi accedono devono operare in condizioni di sicurezza. La stessa normativa indica la predisposizione dei sistemi di protezione collettiva quale metodologia piu idonea per la protezione contro le cadute dall’alto laddove esista rischio di caduta da una altezza superiore a 2.00 m.

PRESCRIZIONI GEOMETRICHE PARAPETTO

 

Altezza minima Numero minimo correnti Distanza massima tra i correnti Presenza/Altezza fascia fermapiede Distanza tra i montanti (passo)
D.Lgs. 81/2008
 Parapetto normale
1.00 m 2 50 cm NO non indicato
D.Lgs. 81/2008
 Parapetto normale
 con arresto al piede
1.00 m 2 50 cm 15 cm non indicato

 

PRESCRIZIONI DI RESISTENZA PARAPETTO

Le norme generali e specifi che, forniscono indicazioni e prescrizioni per la resistenza ed i limiti deformativi del sistema.

 

Forza orizzontalesul montante F1 Forza orizzontalesul corrente F2 Carichi esercizio
specifici
D.Lgs. 81/2008
Parapetto normale
Sia costruituito con materiali rigido e resistente.
Possa resistere al massimo sforzo cui può essere assoggettato tenuto conto delle condizioni ambientali e della specifi cafunzione
Verifi caspecifica
per valori superiori
a quelli di tabella
D.Lgs. 81/2008
Parapetto normale
con arresto al piede
Sia costruito con materiali rigido e resistente.
Possa resistere al massimo sforzo cui può essere assoggettato tenuto conto delle condizioni ambientali e della
specifica funzione
ANDAMENTO-PLANIMETRICO Parapetto

ANDAMENTO-PLANIMETRICO Parapetto